Swami Siddhartha Saraswati

Omaggio a Paramahamsa Satyananda

"Ti ispirerò e quell’ispirazione è amore."

maestro1

Maggio 1984. E' il mio primo incontro con Swamiji, lui è davanti a me con il sorriso aperto, uno sguardo fermo e profondo, parla e alcune parole mi entrano, concetti più che nuovi, ritrovati, ‘giusti’ per me, visioni aperte e poi da allora, Swamiji diventa per me un mondo intero, un faro nella notte di disperazione, nella solitudine della ricerca, di chi, che cosa, allora, non era chiaro…
E’ la fine degli sguardi smarriti che ti guardano perché tu - al solito - non riesci a spiegarti, non trovi parole capaci di raccontare il tuo dolore, il vuoto dentro, il sentirti irrequieta, incapace di fermarti lì e accettare la normalità; cosa vuoi, cosa cerchi e perché?
Swamiji diventa il porto a cui approdare nella tempesta della solitudine dando sollievo all’anima disperata.
E da allora – e ancor più oggi rivisitando il mio cammino – quell’unica, prima indimenticabile esperienza durante il primo incontro con Swamiji, dove mi sono sentita accolta, capita, accettata, non di parole si riempie finalmente la mia vita ma di cammino pratico, un passo dopo l’altro verso quella meta di cui Swamiji ha parlato e con il suo esempio ha fatto risuonare un'eco dentro per muovermi, ridere, fare, ascoltare e nel suo esempio, l’esperienza del donarsi agli altri.
Oh Swamiji, oggi, risuona una tua frase ‘Ti ispirerò e quell’ispirazione è amore’, nelle parole tue la luce per illuminare il cammino ed indicare la via – così facile a perdersi - dando significato ad una vita altrimenti… invana. ‘Anche mille volte sono caduto, ma mille volte mi sono rialzato, ed ogni volta corro con le braccia aperte incontro alla vita’
Le frasi di Swamiji che restano dentro di te, che ricompongono la tua vita, che riempiono in un momento di smarrimento, frasi che diventano delle pietre miliari per sostenere il cammino, lungo il percorso spirituale. Frasi che prevedono lo smarrimento e ti invitano a non cedere, a riposarti un po’ ma ad andare avanti perché indietro non si può più tornare: la porta si è richiusa. Frasi che ti invitano a non disperdere in tante direzioni la tua vita ma ad avere una direzione ferma dove convogliare i tuoi sforzi - se vuoi raggiungere l’obiettivo. Frasi che tracciano, così, concretamente il sentiero da percorrere e ti fanno individuare un punto d’appoggio dopo l’altro, fino alla meta… ‘Se vuoi…’ come dolcemente mi ha detto Swamiji in alcune occasioni.
Oggi, poche frasi di Swamiji mi bastano per recuperare l’armonia, l’equilibrio e soprattutto l’energia e la motivazione per continuare ad applicare nel concreto i suoi insegnamenti ed arricchire la mia vita di significato e dolcezza mentre cerco di trasmettere e donare ad altri le sue parole ed i suoi insegnamenti!


Swami Siddhartha Saraswati